Navigation

UST: pernottamenti, in settembre +1,1% grazie a ospiti esteri

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2010 - 10:54
(Keystone-ATS)

NEUCHÂTEL - In settembre il settore alberghiero svizzero ha registrato 3,5 milioni di pernottamenti, con un incremento dell'1,1% (+38'000 unità), rispetto allo stesso mese del 2009. Stando dell'Ufficio federale di statistica (UST), l'incremento è da ricondurre ai visitatori stranieri, che hanno generato 1,9 milioni di pernottamenti (+2,8%, +52'000). Per gli ospiti indigeni risulta invece un calo dello 0,9% (-14'000) a 1,6 milioni.
Tra le regioni turistiche, quella che in settembre ha fatto segnare l'incremento più marcato in termini assoluti è stata la regione di Zurigo, con 37'000 pernottamenti supplementari (+8,2%) rispetto allo stesso mese del 2009, seguita da Ginevra con 20'000 unità in più (+8,3%), dalla Svizzera centrale con un aumento di 19'000 (+5,6%) e dal Mittelland (+10'000, +6,3%). Tendenza opposta per i Grigioni, sul cui conto è andato il calo più marcato con 28'000 pernottamenti in meno (-5,6%). Seguono il Ticino con una flessione di 25'000 unità (-7,7%) e il Vallese (-14'000, -3,8%).
Nei primi nove mesi del 2010, si è raggiunta la quota di 29,3 milioni pernottamenti, pari a un aumento del 2% (+573'000 unità) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Per gli ospiti stranieri vi è stata una progressione del 2,1% (+338'000), mentre per quelli indigeni vi è stato un incremento dell'1,9% (+235'000).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.