Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'orso M13 è tornato a "colpire" nei Grigioni: il plantigrado ha ferito gravemente un'asina gravida in Valle Poschiavo (in Val d'Ursé), che ha poi dovuto essere abbattuta dai guardacaccia. La povera somarella si trovava in un pascolo protetto da un recinto elettrico.

Quanto è accaduto non è un fatto straordinario, ha affermato Georg Brosi, capo dell'Ufficio caccia del canton Grigioni, in un'intervista pubblicata oggi dal "Bündner Tagblatt". Gli asini appartengono alle prede preferite dagli orsi, come le pecore. I fili elettrici non hanno protetto il branco di asini, poiché erano tirati a un'altezza troppo elevata sopra il letto di un torrente.

Dal suo rientro nei Grigioni, ad inizio settembre, M13 si era comportato piuttosto bene. In agosto, il plantigrado aveva trascorso una quindicina di giorni nel Trentino-Alto Adige, dove aveva assalito due pecore, uccidendone una e ferendo l'altra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS