Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BASILEA - Valora vende le librerie ticinesi Melisa alla società cooperativa "La Pergamena": lo ha indicato oggi il gruppo commerciale di Muttenz (BL), precisando che i tre punti vendita di Lugano, Grancia e Locarno proseguiranno l'attività con gli attuali dipendenti. Il centro logistico di Bedano (distribuzione della stampa) rimarrà invece gestito da Valora.
L'operazione permette a Melisa di migliorare la sua concorrenzialità e di sviluppare il mercato ticinese del libro, spiega il gruppo renano in un comunicato. Da parte sua Valora si concentrerà sui chioschi, attualmente circa 80 nella Svizzera italiana.
"Siamo convinti di aver preso la decisione giusta e di aver trovato un acquirente ideale", afferma Rolando Benedick, presidente del consiglio di amministrazione di Valora, citato nella nota. "La Pergamena" condurrà Melisa al successo, soddisfacendo anche le esigenze regionali del canton Ticino, aggiunge il manager. Non sono stati forniti dettagli finanziari dell'operazione.
"La Pergamena" è una società cooperativa senza scopo di lucro fondata nel 2005, che - stando al registro di commercio - si impegna per "la divulgazione e per la promozione del sapere, della cultura italofona, della cultura ticinese e della lingua italiana, utilizzando principalmente il libro quale strumento". Le librerie Melisa saranno dirette da Federico Nizzola, fondatore e presidente della cooperativa.
Fondata nel 1939 Melisa è una società che ha svolto un ruolo storico nel panorama editoriale ticinese. Dal 1999 era controllata da Valora. L'anno scorso la casa madre aveva annunciato una riorganizzazione con il taglio di 22 impieghi a Bedano.

SDA-ATS