Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un operaio specializzato di Chiuro (Sondrio), scomparso il 14 ottobre, è stato ritrovato dai carabinieri nella notte, vivo e in stato confusionale. Stava sonnecchiando nella baita di un parente nei boschi della località Albareda, nel territorio comunale di Ponte in Valtellina. Umberto Q., 44 anni, si era allontanato da casa lo scorso 14 ottobre.

Per alcuni giorni oltre 50 fra Vigili del fuoco, volontari del Soccorso Alpino e della Protezione Civile lo avevano cercato inutilmente, anche utilizzando canotti per scandagliare le acque del fiume Adda, dato che la sua auto era stata ritrovata all'altezza del ponte di Castionetto. Si temeva anche potesse essersi suicidato, gettandosi in acqua.

Invece l'uomo ha vagato per alcuni giorni nei boschi in quota, nutrendosi di volta in volta del cibo che trovava all'interno delle baite che apriva, talvolta forzando le porte d'ingresso.

Uno dei proprietari, che nel week-end ha trovato i resti dei pasti e ha visto che gli mancavano alcuni prodotti alimentari, ha informato i carabinieri e così c'è stata la svolta nel giallo della scomparsa. Ora il 44enne si trova, per accertamenti, nell'ospedale civile di Sondrio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS