Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diversi incendi hanno colpito durante il fine settimana il canton Vaud. In particolare, due abitazioni hanno preso fuoco a Chardonne e a Valeyres-sous-Ursins, mentre a Yverdon-les- Bains è bruciato un ex centro di accoglienza per bambini. Nessuno è però rimasto ferito.

A Yverdon, l'allarme è stato dato sabato verso le 09:00 da un educatore. Fortunatamente, "la casa, che ospitava ancora bambini fino al 14 gennaio scorso, conteneva solo mobili", ha spiegato il direttore dell'istituto Marc Berger.

I fanciulli, provenienti da famiglie in difficoltà, si trovano attualmente in un edificio non lontano da quello incendiatosi, che deve essere demolito. Secondo la polizia vodese, le cause del rogo "sono verosimilmente tecniche".

Sabato pomeriggio è invece toccato a una casa situata nel centro del villaggio di Chardonne essere in preda delle fiamme. Per ragioni ancora sconosciute, il tetto ha preso fuoco e le fiamme si sono propagate in un'altra abitazione e in un edificio di diversi appartamenti, prima di essere domate dai pompieri. Gli abitanti hanno dovuto essere ospitati da vicini o parenti.

Infine, domenica mattina un altro incendio è scoppiato in una casa di Valeyres-sous-Ursins. Per domare le fiamme sono intervenuti in forze polizia e pompieri. In questo caso gli otto abitanti e i loro vicini sono stati ospitati in alloggi messi a loro disposizione dal comune. L'abitazione è tuttora inagibile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS