Navigation

VD: assalto a portavalori Sarraz, sospettati arrestati a Lione

La polizia francese ha arrestato diverse persone sospettate di essere coinvolte nell'attacco a due furgoni portavalori a La Sarraz, nel cantone di Vaud nell'agosto 2019 (foto d'archivio ) KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 ottobre 2020 - 20:02
(Keystone-ATS)

La polizia francese ha arrestato diverse persone sospettate di aver partecipato all'attacco a due furgoni portavalori nell'agosto 2019 a La Sarraz (VD). Il fermo è avvenuto la settimana scorsa nella regione di Lione.

Rivelata dal domenicale francese Le Journal du Dimanche, l'informazione è stata confermata oggi a Keystone-ATS dal procuratore generale del cantone di Vaud Eric Cottier. Sette dei tredici sospetti sono stati posti in detenzione preventiva, indica il domenicale francese, aggiungendo che armi e 90'000 euro sono stati ritrovati durante una perquisizione.

L'indagine è stata condotta da poliziotti francesi dell'Ufficio centrale per la lotta contro la criminalità organizzata (OCLCO) e della polizia giudiziaria di Lione.

Il 23 agosto 2019, poco prima delle 03.00 di mattina, due veicoli blindati erano stati attaccati all'uscita dell'autostrada A1 di La Sarraz: uno dei due furgoni era riuscito a fuggire mentre gli occupanti del secondo erano dovuti uscire minacciati dai malviventi armati di kalashnikov e pistole.

I ladri avevano forzato la porta posteriore del veicolo e si erano impadroniti del carico prima di dargli fuoco. Tre veicoli usati dagli autori del colpo sono stati poi trovati bruciati tra Daillens e Penthaz, sempre nel cantone di Vaud.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.