Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOSANNA - Il consigliere di Stato vodese Philippe Leuba minaccia di denunciare la città di Losanna sul piano penale e amministrativo qualora il capoluogo dovesse concretizzare il progetto, presentato ieri, di assumere giovani clandestini per un tirocinio in seno all'amministrazione comunale.
Prendendo posizione oggi nel giornale "Le Temps", il "ministro" liberale dichiara "non riuscire ad ammettere che una collettività pubblica possa violare in modo consapevole le disposizioni legali". Le sue dichiarazioni al quotidiano sono state confermate all'ATS dal portavoce Denis Pittet.
Il Dicastero degli interni diretto da Leuba è stato incaricato di svolgere una perizia giuridica del progetto losannese. Qualora la sua illegalità dovesse essere confermata - precisa il portavoce - il Cantone potrebbe denunciare Losanna sul piano amministrativo e penale. La questione sarà probabilmente esaminata dal Consiglio di Stato mercoledì prossimo.
L'UDC-Losanna minaccia dal canto suo di "ricorrere al popolo" qualora la città dovesse concretizzare le sue intenzioni. Il progetto annunciato ieri dal municipale Oscar Tosato non è ancora stato approvato dal legislativo comunale.
Tosato ha indicato di voler permettere ai giovani sans-papiers di candidarsi per un tirocinio in seno all'amministrazione, per diminuire la precarietà e l'esclusione. Leuba ha fatto sapere che in tal caso gli apprendisti potrebbero essere denunciati ed espulsi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS