Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un manifestante a Caracas

Keystone/EPA/MIGUEL GUTIERREZ

(sda-ats)

Un'altra notte di scontri e saccheggi in Venezuela, dove dopo l'ennesima manifestazione antigovernativa la violenza è dilagata in vari centri del Paese, dal quartiere di La Urbina nella capitale Caracas, a Maracay, capitale dello stato Aragua.

"Maracay è in fiamme", ha commentato su Twitter il deputato dell'opposizione Luis Florido, mentre si moltiplicavano sui social network immagini e video di saccheggi di supermercati, scontri di piazza e azioni delle forze dell'ordine, che hanno lanciato lacrimogeni e oggetti contro palazzi da cui partivano grida di protesta.

Residenti di Urbina, a Caracas, hanno anch'essi denunciato blitz di uomini della Guardia Nazionale, entrati senza un mandato in vari comprensori residenziali del quartiere, distruggendo veicoli e perquisendo appartamenti. Anche qui si segnalano saccheggi e violenti scontri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS