Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro.

KEYSTONE/AP/FERNANDO LLANO

(sda-ats)

L'opposizione venezuelana ha chiamato la popolazione a "disconoscere tutte le decisioni" del governo di Nicolas Maduro "che si è messo ormai al di fuori dalla Costituzione".

Nel mirino degli oppositori anche l'operato del Tribunale Supremo di Giustizia (Tsg) e del Consiglio Nazionale Elettorale (Cne). Gli abitanti sono invitati a mantenere "la protesta di piazza per ottenere la fine di questo governo e la restaurazione della Costituzione".

Il presidente del Parlamento, Julio Borges, ha letto un manifesto di 10 punti nel quale l'opposizione - che controlla due terzi dei seggi dell'Assemblea Nazionale - dichiara che poichè "il governo si è messo ormai fuori dalla Costituzione, tanto la sua autorità come le sue decisioni risultano incostituzionali, e non devono essere riconosciute o ubbidite da nessuno, in base all'articolo 350 della Costituzione".

"La storia di questo Paese ci insegna che quando la piazza, il popolo e l'unità nazionale si mettono insieme in nome della libertà è possibile sconfiggere la tirannia", ha aggiunto Borges, secondo il quale "la complicità fra l'Esecutivo, il Tsg e il Cne per portare avanti la truffa dell'Assemblea Costituente ci impone di disconoscerne l'autorità e la legittimità subito, senza attendere il 30 luglio", data prevista per l'elezione dei costituenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS