Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La guardia nazionale bolivariana di fronte a manifestanti antigovernativi ieri a Caracas.

Keystone/EPA/CRISTIAN HERNÁNDEZ

(sda-ats)

Gruppi armati pro governativi - i cosiddetti "colectivos" - hanno seminato il caos e il terrore ieri in vari punti della capitale venezuelana, per impedire i blocchi stradali di protesta eretti da manifestanti contro il governo di Nicolas Maduro.

Almeno tre persone hanno riportato ferite di arma da fuoco durante incidenti provocato da questi gruppi armati, che circolano in motocicletta e con il viso coperto.

Nella zona di San Bernardino, un gruppo di manifestanti si è rifugiato dentro ad un ospedale locale e i "colectivos" che li perseguivano hanno distrutto la facciata dello struttura sanitaria, lasciando vari feriti e tracce di colpi di arma da fuoco sui muri.

Sui social network, numerosi video ripresi da vicini di zone come Montalban e El Paraiso riproducono immagini simili: un gruppo di motociclisti occupa un angolo di strada, spara in aria e verso i palazzi, fa fuggire i manifestanti e poi va via, indisturbato.

SDA-ATS