Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha annunciato di aver ordinato l'espulsione di tre diplomatici americani accreditati a Caracas, accusandoli di aver partecipato, insieme a dirigenti dell'opposizione, ad azioni di sabotaggio economico nel suo paese.

"Ordino al ministro degli Esteri Elias Jaua di procedere alla loro espulsione dal Paese, hanno 48 ore per andarsene" ha detto Maduro in un acceso discorso trasmesso dalla televisione statale, e ha aggiunto: "Yankees go home, fuori dal Venezuela!".

Secondo il presidente venezuelano, successore di Hugo Chavez, i tre funzionari diplomatici si sono incontrati "con esponenti dell'estrema destra" per "finanziarli e foraggiare azioni per sabotare il sistema elettrico e l'economia" del suo paese.

"Non mi importano le azioni intraprese dal governo di Barack Obama. Non permetteremo che un governo imperialista venga da noi a portare soldi per cercare di paralizzare le aziende di base e fermare l'erogazione dell'energia elettrica per lasciare al buio tutto il Venezuela", ha affermato Maduro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS