Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un manifestante dell'opposizione ricoverato due giorni fa dopo essere stato ferito da uno sparo a Barquisimeto, capitale dello stato di Lara, è morto oggi in ospedale, portando così a quattro morti e decine di feriti il bilancio della repressione in Venezuela.

Secondo quanto riporta il quotidiano regionale El Carabobeno, G. A. C., di 32 anni, partecipava ad una protesta di piazza nel quartiere di Cabudare, a Barquisimeto, quando è stato raggiunto da un colpo d'arma da fuoco.

Ieri il governatore dello stato di Lara, Henri Falcon, aveva confermato che due persone - una delle quali era un ragazzino di quattordici anni - sono state uccise da gruppi armati pro governativi, i cosiddetti colectivos, che "vanno in giro in moto armati per terrorizzare la popolazione" e "sparano indiscriminatamente sulla gente".

Oltre ai tre morti nello stato di Lara, i colectivos sono stati anche accusati di essere responsabili dell'uccisione a Caracas di un uomo di 29 anni, che sarebbe stato raggiunto da uno colpo sparato a bruciapelo da due civili armati che erano a bordo di una motocicletta.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS