Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha detto oggi che l'inflazione ha raggiunto il 56% nel 2013, sottolineando però che questa "cifra inusuale" è attribuibile all'"inflazione indotta speculativa".

In un incontro con la stampa straniera a Caracas, Maduro ha indicato che i veri responsabili dell'aumento dei prezzi sono i "capitalisti" che hanno lanciato una "guerra economica" contro il suo governo, perché "se non ci fosse stata questa guerra, il Venezuela avrebbe un'inflazione a una cifra" o forse addirittura "negativa".

"Si tratta di una bolla speculativa che interessa tutti i settori economici del paese", ha aggiunto l'erede di Hugo Chavez, annunciando che attraverso nuove leggi sul controllo dei profitti aziendali "il 2014 sarà l'anno del nuovo ordine economico interno dinamico, libero, sano e al servizio del popolo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS