Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo Stato del Venezuela ha interposto ricorso contro una sentenza che lo obbliga a risarcire 17 milioni di dollari (16,7 milioni di franchi) alla società che gestisce l'aeroporto di Zurigo. Il rimborso è legato alla nazionalizzazione dello scalo di Isla de Margarita.

La gestione dell'aeroporto venezuelano - il secondo del paese latinoamericano - era stato affidato nel 2004 ad un consorzio costituito dall'aeroporto di Zurigo e da una società cilena, ma soltanto un anno dopo il governo socialista del defunto presidente Hugo Chavez lo aveva nazionalizzato.

La società dello scalo zurighese si è in seguito rivolta al Tribunale arbitrale internazionale di Washington. Lo scorso mese di novembre quest'ultimo ha fissato un indennizzo di 33,7 milioni di dollari da dividere in parti uguali fra le due società interessate.

Lo Stato del Venezuela ha impugnato la sentenza nell'ultimo giorno disponibile per fare ricorso, ha detto oggi all'ats un portavoce dell'aeroporto zurighese. La vertenza sarà quindi riaperta.

Un'altra impresa svizzera interessata dalle nazionalizzazioni è il gruppo cementifero Holcim, che ha nel frattempo ricevuto un risarcimento di 650 milioni di dollari per la nazionalizzazione della sua filiale in Venezuala decisa nel 2008 da governo di Hugo Chavez. L'ultima tranche, per un importo di 97,5 milioni, è stata versata lo scorso mese di dicembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS