Navigation

Verdi: Balthasar Glättli candidato alla presidenza del partito

Il candidato alla presidenza dei Verdi durante il discorso tenuto ieri all'assemblea dei delegati di Frauenfeld KEYSTONE/EL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2020 - 09:46
(Keystone-ATS)

Era nell'aria, ma ora è ufficiale: il capogruppo ecologista alle Camere federali Balthasar Glättli ha sciolto le riserve e ha annunciato la sua candidatura alla presidenza dei Verdi. Il 47enne di Zurigo vuole succedere a Regula Rytz a capo del partito.

"Ho deciso di presentarmi come candidato alla presidenza dei Verdi", ha indicato oggi il consigliere nazionale zurighese in una mail inviata questa mattina ai media, sostenendo di essere stato nominato dalla sua sezione cantonale.

Il 47enne è entrato nelle file dei Verdi già all'età di 19 anni e dal 2011 è consigliere nazionale. Anticipando la sua candidatura ai domenicali del gruppo Tamedia, Glättli - capogruppo parlamentare dal 2013 - ha precisato che vuole "essere uno di quelli che si impegnano a far cambiare le cose". Per convincere il popolo della necessità di un cambiamento politico, bisogna spiegare loro che esiste "un'altra forma di società fatta di solidarietà, convivialità e condivisione".

Uno degli obiettivi citati da Glättli è l'ingresso dei Verdi in Consiglio federale: per il consigliere nazionale sarebbe un'occasione per gli ecologisti di "fare una politica migliore in modo più efficace" all'interno di un'istituzione in cui si elaborano soluzioni e compromessi.

I candidati Verdi che aspirano alla presidenza - al momento solo Glättli - avranno tempo fino al 31 gennaio per manifestare il loro interesse. Il nuovo capo del partito verrà designato il prossimo 28 marzo in occasione dell'assemblea dei delegati a Brugg (AG).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.