Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre gli oggetti in votazione su cui l'assemblea ha deciso.

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Sull'onda del sondaggio favorevole diffuso ieri dalla SSR i Verdi hanno avviato oggi lo sprint finale nella campagna relativa alla loro iniziativa per "un'economia sostenibile ed efficiente in materia di gestione delle risorse".

Riuniti in assemblea a Friburgo circa 100 delegati hanno invitato ad respingere il prossimo 25 settembre la legge sui servizi segreti (con un sì e due astensioni) e ad approvare l'iniziativa AVSplus (due voti contrari e sei astensioni).

Il terzo oggetto sottoposto al popolo, l'iniziativa per un'economia verde, è stato giocoforza approvata all'unanimità. Il partito ha accolto con favore l'ultimo sondaggio Gfs, che accredita il sì al 61%. "Una decisione storica sta diventando possibile", ha commentato il consigliere nazionale Bastien Girod (ZH).

I presenti hanno pure criticato il consigliere federale Ueli Maurer per i respingimenti di profughi in Ticino e hanno approvato una risoluzione che invita il Consiglio federale a rispettare il diritto d'asilo e ad accogliere finalmente come promesso un contingente di migranti dalla Sira.

La presidente Regula Rytz si è da parte sua occupata di politica europea, tracciando parallelismi fra il voto sull'immigrazione di massa e la Brexit. "Solo se superiamo la frattura sociale l'Europa sarà in grado di affrontare finalmente le cause globali di immigrazione, il cambiamento climatico e la progressiva distruzione dei diritti umani ", ha detto Rytz.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS