Navigation

Verdi divisi su ricerca sull'essere umano

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2010 - 15:46
(Keystone-ATS)

BERNA - I Verdi non hanno trovato una posizione comune in merito all'articolo costituzionale concernente la ricerca sull'essere umano, in votazione il prossimo 7 marzo. I delegati, riuniti oggi a Berna, hanno deciso - con 106 voti contro 66 - di lasciare libertà di voto.
Le divisioni riguardano soprattutto la ricerca sulle persone incapaci di discernimento. "Si tratta di prendere posizione per i più deboli", ha detto Pia Hollenstein (SG) che ha tentato di convincere i colleghi a votare no. Il sì alla ricerca sull'essere umano è importante proprio per gli andicappati, sostiene invece Martin Künzler (ZH) contrario ad imporre limiti troppo severi in questo campo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.