Navigation

Verdi Liberali intendono restare con i piedi per terra

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2011 - 16:00
(Keystone-ATS)

Malgrado il loro successo elettorale, i Verdi Liberali intendono restare con i piedi per terra. Non abbiamo alcuna pretesa per quanto riguarda il Consiglio federale, ha spiegato oggi il presidente e consigliere nazionale zurighese, Martin Bäumle, davanti ai delegati riuniti in assemblea ad Aarau.

L'obiettivo è quello di creare un gruppo parlamentare in autunno, ha precisato Bäumle. Non ci sarà alcuna discussione con altre formazioni per la creazione di un gruppo comune o per "una fusione di qualsiasi tipo", ha aggiunto. " I Verdi Liberali sono e resteranno indipendenti".

Tuttavia la collaborazione con altri partiti resta importante per raggiungere obiettivi politici. Si sono per esempio già avute discussioni con il PPD, ha spiegato Bäumle, e ciò ha fatto nascere una serie di speculazioni. "Non puntiamo ad un seggio in Consiglio federale", anche se "è possibile che in un futuro lontano - fra 7-10 anni - saremo un partito di governo".

Prima di tutto però bisogna costruire il partito, ha spiegato. "Abbiamo successo e siamo in progressione", malgrado ciò dobbiamo restare con i piedi per terra, dato che una crescita rapida comporta anche molti rischi.

Bäumle ha annunciato che il partito intende presentarsi in ottobre con una lista di candidati per il Consiglio nazionale in quindici cantoni. L'obiettivo di queste elezioni-test, ha concluso, è "guadagnare otto seggi nella Camera bassa e difendere i due della Camera alta".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?