Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consigliera nazionale Regula Rytz

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

I Verdi, che attualmente dispongono di 11 seggi in Consiglio nazionale, puntano a conquistarne almeno altri quattro nelle prossimi elezioni federali in programma nell'autunno del 2019.

Lo afferma, in un'intervista alla "Neue Zürcher Zeitung", la deputata bernese Regula Rytz, secondo la quale l'obiettivo è realizzabile, visti i successi ottenuti dagli ecologisti nelle elezioni cantonali degli ultimi tre anni. Nelle elezioni federali del 2015 il partito aveva perso 4 seggi con una percentuale di consensi del 7%, che la Rytz vorrebbe ora vedere salire al 9%.

I Verdi guardano anche al seggio del PPD in Consiglio federale: "se i quattro partiti più forti devono essere rappresentati in governo, uno dei essi nel 2019 potrebbe essere quello dei Verdi". "Se il PPD continua a perder elettori e i Verdi ne guadagnano, per il PPD sarà difficile difendere le posizioni", afferma la consigliera nazionale.

Regula Rytz nell'intervista giudica in modo critico le dimissioni anticipate dei consiglieri federali Johann Schneider-Ammann (PLR) e Doris Leuthard (PPD) a un anno dalle elezioni. Si tratta di manovre discutibili sul piano democratico che rispondono a logiche partitiche volte a congelare i rapporti di forza in Consiglio federale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS