Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per Guy Verhofstadt serve una riforma dell'Ue

KEYSTONE/EPA/PATRICK SEEGER

(sda-ats)

A 60 anni dai Trattati di Roma "l'Europa ha bisogno di una nuova profonda riforma perché la nostra Unione è in crisi e non ha molti amici, né a casa né certamente fuori". Così il capogruppo dei liberali Alde, Guy Verhofstadt in plenaria al Parlamento europeo.

Secondo Verhofstadt, "Brexit, Trump e Putin sono ragioni sufficienti per riformare l'Unione europea e farlo in maniera profonda".

Verhofstadt ha parlato in apertura di un dibattito sul futuro dell'Ue, durante il quale si discute un pacchetto di proposte di riforma, tre risoluzioni che saranno votate giovedì per chiedere una serie di misure tese a rendere l'Ue più efficiente: dall'Unione della difesa alla costituzione di un vero e proprio governo per l'eurozona, con una sua capacità fiscale, da una riforma elettorale per rendere l'Ue più democratica a una proposta di ridurre i membri della Commissione europea.

"Molti cittadini non sono contro l'Ue - ha detto Verhofstadt - ma contro un'Ue che non da risultati sufficienti. Vogliono un'Europa che risolva la crisi dei rifugiati e che ci porti fuori dalla recessione. Vogliono più Europa per affrontare queste sfide".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS