Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La legge federale sulla prevenzione e sulla promozione della salute potrebbe essere affossata. In terza e ultima lettura, il Consiglio degli Stati ha mantenuto stamani l'ultima divergenza che l'oppone al Nazionale. La parola spetta ora alla conferenza di conciliazione.

La Camera del popolo aveva tolto il freno alle spese che consente il trasferimento alla Fondazione Promozione Salute Svizzera i 9 milioni di franchi attualmente versati all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Tuttavia, il Consiglio degli Stati ha nuovamente risposto picche, con 21 voti contro 20.

Se al termine della conciliazione i senatori dovessero accettare di abolire il freno alle spese, potrebbero ancora silurare il testo nelle votazioni finali di venerdì.

La legge sulla prevenzione mira a lottare contro le malattie croniche, che possono generare costi elevati, in particolare a causa dell'invecchiamento della popolazione. Dovrebbe essere attuata una strategia nazionale in materia di prevenzione per meglio coordinare gli sforzi dei numerosi attori preposti alla prevenzione in seno alla Confederazione. I mezzi finanziari sarebbero in parte ricavati dai proventi dei premi dell'assicurazione malattia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS