Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Quest'estate potrebbe essere tra le più calde della storia (foto d'archivio)

Keystone/VALENTIN FLAURAUD

(sda-ats)

Quest'estate potrebbe essere ricordata come una delle più calde della storia. Giunti alla metà della stagione si registrano già quattro gradi oltre la media e non sono previsti fronti freddi.

In Vallese, dove generalmente nello stesso periodo vengono censiti 26 giorni estivi con temperature al di sopra dei 25 gradi, ne sono stati contabilizzati già 35, ha comunicato oggi SRF Meteo. La stazione meteorologica di Sion ha persino rilevato 17 giorni con più di 30 gradi. La media si situa a sette giorni di canicola.

Nel Mittelland si sono contati finora 28 giorni durante i quali la colonnina di mercurio ha superato i 25 gradi contro i 17 abituali.

In generale la Svizzera è stata più soleggiata rispetto alla media: a San Gallo nella prima metà del periodo estivo si sono registrate 80 ore di soleggiamento più della media e a Basilea e Zurigo 60.

Anche la pioggia è stata più rara. Basilea ha registrato un terzo delle precipitazioni in meno della media.

Anche se le temperature dovessero scendere l'estate risulterebbe molto calda rispetto agli anni precedenti, ha detto Felix Blumer di SRF Meteo. Tuttavia nei prossimi 14 giorni, fino a un mese non sono previsti cali notevoli di temperature, ha detto all'ats.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS