Navigation

Vertice Ue: Ungheria ci ripensa, verso adesione accordo

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2011 - 12:42
(Keystone-ATS)

Marcia indietro dell'Ungheria al vertice europeo. Budapest, che questa notte era allineata alla Gran Bretagna per un rifiuto dell'accordo sull'unione di bilancio, secondo alcune fonti vicine al governo, segue in realtà la posizione di Svezia e Repubblica Ceca che, non ostili all'intesa, hanno solo chiesto di consultare i Parlamenti.

"La nostra posizione non ha nulla in comune con quella di Londra", spiegano le fonti "è molto differente. Ci sono i 17 paesi dell'eurozona, i 9 fuori da eurolandia che hanno detto sì o che lo faranno dopo aver consultato il Parlamento e un paese fuori, la Gran Bretagna". Il governo di Budapest dovrebbe quindi sottoporre la vicenda al Parlamento con un orientamento positivo.

Intanto i leader dei 17 paesi dell'Eurozona più i 6 che hanno firmato l'accordo anti-crisi sull'Unione di bilancio, si riuniranno in gennaio a Bruxelles per mettere a punto l'intesa. Lo riferiscono fonti a margine del Vertice Ue. I 6 paesi che hanno firmato l'accordo sono: Bulgaria, Danimarca, Lettonia, Lituania, Polonia e Romania. Svezia e Repubblica Ceca si riservano una decisione dopo avere consultato i rispettivi parlamenti, come pure l'Ungheria. Solo la Gran Bretagna si tira fuori.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?