Navigation

Vescovo di Coira: Hans Küng chiede le dimissioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2011 - 16:28
(Keystone-ATS)

Il teologo e critico della Chiesa cattolica Hans Küng chiede le dimissioni di Vitus Huonder, vescovo di Coira. Secondo Küng, Huonder si trova nella stessa situazione del leader libico Muammar Gheddafi, abbandonato dai suoi generali, si legge in un'intervista apparsa oggi sulla "Südostschweiz am Sonntag".

Il vescovo non è più nella situazione di poter dirigere la sua diocesi, sostiene Küng, sottolineando che nella sua stessa situazione - con undici dei diciassette decani che hanno preso le distanze - si ritirerebbe.

La Chiesa cattolica non ha imparato niente dalla crisi attraversata negli anni '90 con le controversie legate al vescovo Wolfgang Haas, afferma il teologo: all'epoca la diocesi di Coira aveva conosciuto un'emorragia di fedeli. Ai tempi in cui il vescovo era Amedeo Grab regnava invece la calma, ma con Vitus Huonder Roma ha di nuovo scelto un vescovo "ultra conservatore" per il capoluogo grigionese, deplora Küng.

L'attuale crisi è stata scatenata da due dimissioni: quella di Ernst Fuchs, direttore del seminario, e quella di Andreas Rellstab, vicario generale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?