Navigation

Vettura elettrica, uno su due ci sta pensando

C'è chi sta pensando a saltare il fosso. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2019 - 14:21
(Keystone-ATS)

Solo il 3% delle auto oggi in circolazione in Svizzera sono elettriche, ma le cose potrebbero presto cambiare: stando a un sondaggio pubblicato oggi dal Touring Club Schweiz (TCS) una persona su due è pronta a saltare il fosso.

Alla domanda "se dovesse comprare una nuova vettura nei prossimi tre anni, opterebbe una elettrica?" il 49% risponde di sì (20% molto probabilmente, 29% abbastanza probabilmente). Il 43% reagisce con un no (22% abbastanza, molto probabilmente 21%), l'8% non sa o non risponde.

La maggioranza degli interpellati spera che l'uso dell'auto elettrica protegga di più l'ambiente. Infatti le ragioni che spingono ad acquistarla sono la convinzione di contribuire a migliorare il clima, quella di concorrere alla riduzione delle emissioni di CO2 e quella di ridurre le emissioni foniche, vista la silenziosità del motore. Significativa è anche la spiccata fiducia espressa sul futuro della mobilità elettrica. Gli ostacoli che scoraggiano l'acquisto delle vetture a trazione elettrica sono l'elevato costo d'acquisto (50% delle risposte date), la carente rete delle colonnine di ricarica e la debole autonomia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.