BERNA - "Abbiamo lavorato bene". Questo il commento rilasciato dalla consigliera federale Micheline Calmy-Rey dopo l'incontro avuto stamane a Madrid con il ministro degli esteri libico Mousa Khousa e quello spagnolo Angel Moratinos. Lo rende noto un comunicato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).
Il DFAE ricorda che la ministra elvetica ha avuto in questi giorni diversi colloqui con rappresentanti dell'Unione Europa, ai quali ha spiegato che la Svizzera dallo scorso autunno ha reso più severe le norme per la concessione del visto ai cittadini libici. E ciò in considerazione del fatto che due svizzeri sono stati trattenuti per 52 giorni dalle autorità libiche e oggi, rifugiati nell'ambasciata elvetica a Tripoli, non possono ancora lasciare il paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.