Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUCERNA - Villiger a gonfie vele: nel primo semestre dell'anno il gruppo lucernese specializzato nella lavorazione del tabacco ha venduto 480 milioni di sigari, il 47% in più dello stesso periodo nel 2009. Per l'insieme dell'esercizio l'impresa famigliare fondata nel 1888 conta di raggiungere per la prima volta la soglia del miliardo (2009: 770 milioni), si legge in un comunicato odierno.
La forte crescita è dovuta soprattutto all'importante aumento delle vendite di cigarillos in Germania e Spagna, ha spiegato all'ATS il direttore Marcel Ziltener. Sempre più spesso i fumatori di sigarette passano infatti ai cigarillos, perché - per motivi fiscali - sono meno cari. Il nuovo prodotto venduto in Germania presenta inoltre una miscela di tabacchi pensata proprio per i fumatori di sigarette.
L'aumento generale della produzione non si riflette però in modo corrispondente su fatturato e utili. A causa del progressivo estendersi dei divieti di fumare diminuiscono infatti le vendite dei sigari, ben più cari dei cigarillos.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS