Navigation

Violenze in manifestazione anti WEF a Zurigo

La polizia è anche intervenuta con idranti. KEYSTONE/k_bjh sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 gennaio 2020 - 20:01
(Keystone-ATS)

Diverse centinaia di persone hanno manifestato oggi a Zurigo contro il Forum economico mondiale (WEF) di Davos.

Poco dopo la partenza del corteo sono stati sparati razzi pirotecnici e petardi: vi sono state scaramucce con le forze dell'ordine, durante le quali, stando a testimoni oculari, un poliziotto è rimasto ferito.

La dimostrazione, autorizzata, era stata organizzata dai giovani socialisti e dai giovani verdi. Si sono poi però accodati anche altri gruppi di sinistra. Fra i manifestanti è stata notata anche una dozzina di militanti con il volto coperto e l'estremista di sinistra 69enne Andrea Stauffacher.

Anche a Losanna si è tenuta stasera una dimostrazione anti WEF, che ha però attirato non più di 40 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.