Navigation

Virus Cina: 250 francesi e 100 europei verso rimpatrio

Solamente i cittadini europei sani o asintomatici saranno autorizzati a viaggiare. Keystone/EPA/STRINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 gennaio 2020 - 19:59
(Keystone-ATS)

Circa 250 francesi saranno rimpatriati dalla regione cinese di Wuhan nel primo aereo in partenza domani dall'Europa, mentre oltre 100 cittadini europei di altre nazionalità prenderanno posto nel secondo aeromobile previsto in settimana.

Lo comunica la Commissione europea specificando che altre domande di assistenza potrebbero essere inviate dai paesi nei prossimi giorni. Solamente i cittadini sani o asintomatici saranno autorizzati a viaggiare, specificano da Bruxelles. L'Ue cofinanzierà il costo di trasporto degli aeromobili.

Per gestire la situazione legata al contagio da coronavirus, l'Unione europea ha attivato oggi il Meccanismo di protezione civile comunitario a seguito della richiesta di assistenza inviata dalla Francia, e per fornire assistenza consolare ai cittadini dell'Ue che si trovano a Wuhan.

Intanto un quarto caso di coronavirus è stato accertato in Francia, su un turista cinese di circa 80 anni. L'uomo, ha riferito Jerôme Salomon, direttore generale del ministero della salute, si trova in "condizioni gravi" ed è ricoverato a Parigi.

Il paziente proviene dalla provincia di Hubei, la più colpita della Cina, è attualmente assistito nel reparto di rianimazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.