Navigation

Virus Cina: 26 morti e 897 casi confermati

I casi accertati in Cina di contagio del nuovo coronavirus nCOV-2019, sono 897. I morti sono 26 (foto simbolica) KEYSTONE/EPA/am ukit sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 17:20
(Keystone-ATS)

Sono 897 i casi accertati in Cina di contagio del nuovo coronavirus nCOV-2019, mentre i morti si sono attestati a quota 26: è l'ultimo bollettino aggiornato alle 22 locali (15 in Svizzera) diffuso dai media cinesi.

Tra le quasi 40 province, regioni e municipalità speciali che compongono amministrativamente la Cina, solo il Tibet risulta ancora privo di casi.

Intanto le autorità sanitarie americane hanno confermato il secondo caso di coronavirus negli Stati Uniti. Si tratta di una donna di Chicago tornata dalla città cinese di Wuhan, dove si trova il focolaio dell'infezione.Le persone tenute attualmente sotto controllo negli Usa sono 63.

I controlli sui casi sospetti, informano i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), sono attualmente in corso in ben 22 stati Usa. "Crediamo che al momento i rischi immediati per i cittadini americani siano bassi, anche se la situazione si sta evolvendo rapidamente", ha detto la la direttrice del Centro nazionale per l'immunizzazione Nancy Messonier.

Il primo caso negli Stati Uniti era stato accertato nei giorni scorsi in un ospedale di Seattle, nello stato di Washington.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.