Navigation

Virus Cina, a Wuhan un ospedale ad hoc per i contagiati

A Wuhan un ospedale ad hoc per i pazienti affetti dal nuovo coronavirus KEYSTONE/AP/MAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 16:13
(Keystone-ATS)

Wuhan, metropoli della Cina centrale, seguirà il modello adottato da Pechino per la cura della Sars e allestirà un ospedale ad hoc per i pazienti infetti dall'epidemia di polmonite causata dal nuovo coronavirus che ha provocato finora 25 morti.

L'ospedale avrà una superficie di 25.000 metri quadrati e sarà operativo il 3 febbraio disponendo di 1.000 posti letto. Sarà costruito nel distretto di Caidian, nella periferia occidentale.

Le attrezzature per l'inizio dei lavori sono già state inviate al cantiere. Il quartier generale a Wuhan per il controllo e il trattamento della polmonite ha detto che il nuovo ospedale seguirà il modello di costruzione di quello di Xiaotangshan, utilizzando prefabbricati in maniera che i lavori siano completati rapidamente.

Attualmente i pazienti affetti da nuovo coronavirus a Wuhan sono in cura presso diversi ospedali e 61 cliniche.

Per il trattamento e il controllo della Sars (o Sindrome Respiratoria Acuta Grave), che si diffuse rapidamente nella Cina continentale nel 2003, Pechino fece costruire l'ospedale Xiaotangshan, un centro medico temporaneo nella periferia settentrionale della città.

L'ospedale fu costruito in sette giorni. Nell'arco di due mesi, vi fu ricoverato un settimo dei pazienti affetti da Sars nel Paese, un miracolo rimasto nella storia della medicina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.