Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rafforzare le relazioni tra la Svizzera e Singapore, già importanti soprattutto in ambito economico, finanziario e scientifico. E' il risultato della visita ufficiale compiuta oggi a Berna dal presidente della Città-Stato del Sud-Est asiatico, Tony Tan Keng Yam, che ha incontrato il presidente della Confederazione Didier Burkhalter.

L'ospite è stato accolto da Burkhalter alla residenza governativa del Lohn, a Kehrsatz (BE), con gli onori militari. I colloqui, a cui hanno partecipato anche i consiglieri federali Eveline Widmer-Schlumpf e Johann Schneider-Ammann - rende noto un comunicato del Dipartimento degli affari esteri (DFAE) - sono stati l'occasione per sottolineare gli eccellenti rapporti tra la Svizzera e Singapore, che intrattengono relazioni diplomatiche dal 1967.

Al fine di rafforzare questi legami, le due delegazioni hanno firmato una Dichiarazione di partenariato rafforzato (Declaration of Enhanced Partnership). Questo documento istituisce un dialogo politico regolare e dà avvio al potenziamento della cooperazione tra la Svizzera e Singapore, soprattutto nel settore economico e finanziario e in materia di ricerca e innovazione.

Inoltre esso permetterà di promuovere la comprensione tra i due Paesi, in particolare incoraggiando la collaborazione a livello scientifico e agevolando lo scambio di giovani professionisti.

La regione Asia-Pacifico "è la più dinamica a livello mondiale e Singapore uno dei motori di questo dinamismo - ha affermato Burkhalter - ; il principale partner commerciale della Svizzera nell'Asia sud-orientale".

Nel 2012, gli investimenti diretti svizzeri a Singapore ammontavano a 19,7 miliardi di franchi, facendo della Svizzera il quinto investitore.

Altro tema discusso oggi: la cooperazione nel settore della ricerca e dell'educazione. Da dieci anni, Swissnex Singapore sostiene le scuole universitarie e gli istituti di ricerca svizzeri, come pure le imprese tecnologiche svizzere ubicate nella Città-Stato, favorendo così gli scambi a livello scientifico e tecnologico.

Obiettivo di questa struttura è di promuovere le istituzioni svizzere e di costruire reti grazie agli scambi universitari, agli incontri scientifici e alla cooperazione in materia di ricerca. I principali attori sono l'Università di San Gallo, i Politecnici federali di Zurigo e di Losanna, e la National Research Foundation di Singapore.

SDA-ATS