Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2014 le case per anziani sono costate 9,5 miliardi di franchi - in media 8700 franchi al mese per residente - mentre i servizi di assistenza e cura a domicilio solo 2 miliardi di franchi. Lo indica l'Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato odierno.

L'anno scorso, 268'715 persone hanno beneficiato delle prestazioni di cura e/o di assistenza a domicilio, ovvero quasi il doppio dei residenti in case per anziani (144'657). Gli ultraottantenni rappresentano la metà della clientela dei servizi a domicilio e i due terzi di quella delle case per anziani, ma il ricorso a queste ultime aumenta con l'età: il 64% delle persone di 90 anni e più si trova infatti in un ospizio.

Ogni persona curata a domicilio ha ricevuto in media nove minuti di cure quotidiane, contro i 110 dispensati ai residenti in case per anziani, precisa ancora l'UST.

Inoltre, il tasso dei posti disponibili per la popolazione di 65 anni e più scende in tutti i Cantoni tranne che a Basilea-Città, Soletta e Zurigo, rende attenti l'UST, specificando che la quota più bassa è riscontrata nella Svizzera latina, Ticino compreso.

L'organico nel 2014 è cresciuto in entrambi i casi: nelle case per anziani del 2,5%, raggiungendo i 89'316 posti in equivalenti a tempo pieno, nei servizi di assistenza e cura a domicilio del 4,5%, attestandosi a 18'782 posti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS