Navigation

Votazioni federali: CF, su stranieri criminali lavorare per una legge equilibrata

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 novembre 2010 - 18:05
(Keystone-ATS)

BERNA - L'approvazione dell'iniziativa "per l'espulsione degli stranieri criminali" riflette paure tra la popolazione che vanno prese sul serio. Lo ha dichiarato in serata la nuova ministra di giustizia e polizia Simonetta Sommaruga, precisando che si impegnerà per una legge d'applicazione equilibrata. Dal canto suo, Eveline Widmer-Schlumpf, esprimendo soddisfazione per la bocciatura dell'iniziativa socialista "per imposte eque", ha dichiarato che il no popolare è un sì al nostro sistema fiscale federalista.
Popolo e cantoni hanno chiaramente fatto sapere che la criminalità degli stranieri è una problematica che li preoccupa, ha aggiunto Simonetta Sommaruga. Questa volontà - ha detto - va rispettata. Spetta ora al parlamento elaborare un catalogo di provvedimenti conforme al diritto internazionale e svizzero.
Simonetta Sommaruga ha annunciato che ancora prima della fine dell'anno istituirà un gruppo di lavoro, del quale faranno parte anche esponenti dell'UDC, per affrontare il problema e trovare soluzioni equilibrate. La ministra di giustizia e polizia ha quindi sottolineato che "gli stranieri, nella stragrande maggioranza, non sono criminali e sono ben integrati". Il loro contributo sociale ed economico è molto importante. Si tratta di non dimenticarlo, ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo