Tutte le notizie in breve

Il Labour offre la "speranza" contro la "paura" dei Tories.

Così il leader dell'opposizione Jeremy Corbyn che dall'università di Bradford ha lanciato il suo programma per le elezioni dell'8 giugno fra i cui punti principali c'è l'aumento della pressione fiscale per i ceti più abbienti, le imprese e una nuova lotta all'evasione: misure in grado di far entrare nelle casse pubbliche oltre 48 miliardi di sterline (circa 61 miliardi di franchi) da investire nel welfare, in particolare scuole e sanità.

Fra le promesse anche quella di eliminare le rette universitarie e torna anche l'impegno a riportare sotto forme di controllo pubblico, come anticipato nei giorni scorsi dalla stampa del Regno, le ferrovie, il sistema energetico e la Royal Mail. Sulla Brexit Corbyn vuole fermare lo "sconsiderato" approccio della premier conservatrice Theresa May e lavorare ad un accordo sul divorzio con Bruxelles che funzioni per ogni comunità del Paese.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve