Navigation

Voto Gb: Corbyn attacca Johnson, ha mentito sul Brexit deal

I due sfidanti si affronteranno di nuovo stasera in tv. KEYSTONE/AP/MATT DUNHAM sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2019 - 12:19
(Keystone-ATS)

Boris Johnson "ha mentito" sul Brexit deal raggiunto con l'Ue: è l'accusa lanciata oggi al premier Tory dal leader laburista Jeremy Corbyn, costretto a inseguire nei sondaggi a meno di una settimana dal voto britannico del 12 dicembre.

Stasera i due si affronteranno nel secondo e ultimo duello televisivo - sulla Bbc - dalle 21.30 svizzere.

Parlando in un comizio a Londra assieme al ministro ombra Keir Starmer, Corbyn ha svelato un rapporto riservato di 15 pagine filtrato dagli stessi uffici governativi nel quale si ammette che il deal comporterà una serie di controlli doganali di fatto fra l'Irlanda del Nord e il resto del Regno Unito: un aspetto già emerso, ma sempre negato da BoJo. "È un documento che espone le falsità di Boris Johnson", ha tuonato.

Intanto sul premier pesa pure l'accusa di voler sfuggire allo scrutinio dei media, per essersi finora sottratto - a differenza di tutti gli altri leader - a un faccia a faccia con l'intervistatore più caustico della Bbc Andrew Neal, che insiste a sfidarlo a confrontarsi sulla sua "credibilità" pubblica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.