Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un anno fa, il 13 marzo 2012, un pullman con a bordo una comitiva di bambini belgi reduci da una settimana bianca in Vallese si schiantava contro la parete di una galleria autostradale a Sierre (VS). Le cause della tragedia, costata la vita a 22 bambini e sei adulti, sono tuttora al vaglio della giustizia vallesana.

Dopo aver eliminato numerose ipotesi, quali la velocità ed eventuali anomalie tecniche del veicolo, le indagini si concentrano esclusivamente sulla persona dell'autista, anch'egli deceduto nell'incidente. Al riguardo, il procuratore Olivier Elsig riceverà nelle prossime settimane due rapporti. Entrambi emanano dal Centro universitario romando di medicina legale di Losanna: il primo spiegherà se la malattia coronaria di cui era afflitto il conducente è suscettibile di provocare un malore, mentre il secondo preciserà le ripercussioni sul comportamento dell'antidepressivo assunto dall'autista.

La tragedia sarà commemorata a Sierre mercoledì 13 marzo con una celebrazione ecumenica alla chiesa Sainte-Croix. In Belgio, una breve cerimonia è prevista a Lommel - una delle due località fiamminghe colpite dal dramma - dove sarà peraltro inaugurata un'opera d'arte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS