Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un carcerato del centro di detenzione per stranieri in vista di espulsione di Granges (VS) è in pericolo di morte dopo che ha appiccato il fuoco alla sua cella stamani (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Un carcerato del centro di detenzione per stranieri in vista di espulsione di Granges (VS) ha appiccato il fuoco alla sua cella stamani. Ferito gravemente, è stato elitrasportato all'Ospedale universitario di Ginevra (HUG). La sua vita è in pericolo.

Il personale del centro è intervenuto per un allarme scattato poco dopo le 11:00 ed è riuscito ad estrarre dal locale il detenuto, un 19enne marocchino. I pompieri, una volta giunti sul posto, hanno spento rapidamente le fiamme.

La polizia cantonale ha dovuto sgomberare temporaneamente alcuni carcerati. Essi hanno già potuto rientrare nelle loro celle. Il Ministero pubblico ha aperto un'inchiesta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS