Tutte le notizie in breve

VS: frodi elettorali, UDC ricorre contro risultati scrutinio (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CYRIL ZINGARO

(sda-ats)

L'UDC del Vallese romando ha fatto ricorso contro i risultati del secondo turno dell'elezione al Consiglio di Stato vallesano. Ieri le località di Briga, Visp e Naters hanno presentato denunce per frodi elettorali.

Il ricorso deve essere inoltrato entro tre giorni dalla pubblicazione dei risultati sul Foglio ufficiale, che è avvenuta oggi. "Il partito vuole che sia fatta luce su quanto è avvenuto. Il risultato dell'elezione dev'essere il frutto della volontà popolare. Non siamo la repubblica delle banane", ha detto il co-presidente dell'UDC del Vallese romando, Jérôme Desmeules, confermando una notizia diffusa dal Walliser Bote.

Il giornale aveva rivelato ieri che diversi elettori residenti nel medesimo quartiere di Briga hanno indicato, indipendentemente l'uno dall'altro, di non aver ricevuto il materiale di voto, sia per il primo che per il secondo turno dell'elezione del Consiglio di Stato. Il registro comunale indicava invece che avevano già votato. Lo scenario è analogo nelle altre due località.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve