Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È incominciata oggi a Mollens (VS) la costruzione del megacomplesso turistico di Aminona, che rappresenta un investimento complessivo di quasi 700 milioni di franchi. Nella prima fase dei lavori saranno eretti 15 stabili "di stile vallesano", comprendenti 315 camere di tipo alberghiero, indica oggi il promotore, la società russa "Aminona Luxury Resort and Village SA" (ALRV).

Oltre al complesso alberghiero "Le Village royal", il progetto comprende la costruzione di cinque edifici di dodici piani, per un totale di 1100 letti, nonché di 45 chalets di lusso. Sono inoltre previsti ristoranti, pista di ghiaccio, piscine e centro di conferenze.

La prima fase dei lavori - per un investimento di 250 milioni di franchi - dovrebbe essere terminata entro il 2017-2018, secondo il rappresentante della ALRV, Evgeny Kogan.

Il progetto è stato contestato per numerosi anni dal WWF, dalla Fondazione svizzera per la protezione e la cura del paesaggio (FSCP), nonché da Heimatschutz Svizzera.

Il ricorso delle tre organizzazioni ambientaliste contro i primi permessi di costruzione era stato giudicato irricevibile dal Tribunale federale nel luglio 2012, dopo la decisione del Consiglio federale di stralciare dall'inventario dei prati e dei pascoli secchi d'importanza nazionale la zona protetta di Aminona. Quest'ultima fa parte del territorio della stazione turistica di Crans-Montana, situata sopra Sierre.

SDA-ATS