Tutte le notizie in breve

Condanne da quattro a cinque anni e mezzo di carcere sono state inflitte oggi a Briga a tre ladri bielorussi che hanno commesso un centinaio di furti con scasso fra il 2013 e il 2014.

La polizia vallesana ha inoltre arrestato cinque malviventi sospettati di aver sottratto valori per 1,5 milioni di franchi da una villa di Ardon (VS).

I tre bielorussi, di età dai 22 ai 27 anni, si sono impossessati di denaro contante, gioielli e apparecchi elettronici stimati a complessivi 600'000 franchi nel corso di un centinaio di furti commessi principalmente in Vallese, ma anche nei cantoni Vaud e Friburgo fra gli inizi del 2013 e la fine del 2014.

Alla testa di una banda organizzata i cui membri sono tutti cittadini dell'Europa orientale, i tre individui sono finiti in manette nel novembre 2014 grazie ad un'inchiesta condotta congiuntamente dalle polizie vodese, friburghese e vallesana.

La polizia vallesana annuncia peraltro oggi l'arresto di cinque uomini che hanno svaligiato una villa di Ardon a metà febbraio, sottraendo gioielli, orologi e metalli preziosi del valore di 1,5 milioni di franchi.

Sorpresi da un membro della famiglia, un uomo di 28 anni che si trovava solo in casa al momento del furto, i ladri lo avevano neutralizzato e legato ad una sedia, infilandogli sulla testa la federa di un cuscino, riferisce la polizia.

I malviventi avevano quindi perquisito la casa e aperto le sue casseforti, prima di partire a bordo di un veicolo appartenente alle vittime. L'inchiesta ha identificato cinque individui coinvolti nella vicenda, di cui tre - due cittadini francesi di 32 e 50 anni, nonché un polacco di 36 anni - sono stati incarcerati. Saranno accusati di rapina, sequestro di persona, violazione di domicilio e lesioni personali.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve