Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre un centinaio di pecore di razza Saas sono state molto probabilmente rubate in un alpeggio in Alto Vallese. Gli animali, che facevano parte di un gregge di oltre 350 capi, sono introvabili malgrado le intense ricerche intraprese. Del caso si stanno adesso occupando poliziotti svizzeri e italiani, perché l'alpeggio si trova vicino alla frontiera.

La scomparsa degli animali è stata notata venerdì scorso al momento del ritorno a valle. Nel villaggio vallesano di Saas-Almagell, gli ovini dovevano essere restituiti ai loro proprietari, ma all'appello ne mancavano 103, ha precisato oggi la fondazione Pro Specie Rara in una nota.

Sono allora iniziate ricerche con un elicottero e a piedi, ma senza successo. Pro Specie Rara e i proprietari sono convinti che "centotre pecore non possono sparire così". Ritengono quindi che gli animali siano "stati rubati da professionisti".

La scomparsa preoccupa perché le pecore Saas sono sempre meno numerose. Ne esistono solo 400 capi e sono soprattutto allevate nell'alto Vallese. Le loro caratteristiche più vistose sono le lunghe orecchie pendenti e il naso curvo pronunciato. Pro Specie Rara collabora con gli allevatori per promuoverne la razza, un tipo locale della pecora bergamasca .

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS