Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WWF e Pro Natura ricorrono contro l'autorizzazione, rilasciata il 1° settembre dal Canton Vallese, ad abbattere un lupo che ha ucciso 44 pecore nella valle di Turtmann.

Secondo le due organizzazioni ambientaliste, i pascoli dove sono avvenute le incursioni del predatore non sono abbastanza protetti.

Nuovi danni non potranno peraltro essere evitati poiché nella regione sono segnalati almeno tre lupi, due maschi e una femmina, affermano WWF e Pro Natura. Le due organizzazioni chiedono anche al Vallese di dimostrare che nella zona non si sia formato un branco. Se così fosse - sottolineano in un comunicato odierno - l'autorizzazione di tiro sarebbe di competenza dell'Ufficio federale dell'ambiente e non del Cantone.

Le due organizzazioni hanno anche chiesto il ripristino dell'effetto sospensivo, affinché i documenti relativi all'autorizzazione possano essere esaminati prima che il lupo venga ucciso. La decisione del Cantone al riguardo non è ancora nota.

L'autorizzazione rilasciata il 1° settembre è la seconda quest'anno nel canton Vallese. La prima risale al 13 agosto, nei riguardi di un lupo che ha sbranato 38 pecore nella regione di Réchy e nella valle di Anniviers. I permessi di tiro sono validi per 60 giorni.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS