Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due persone sono morte ieri in seguito ad altrettante valanghe nei cantoni Vallese e San Gallo. La prima vittima è una 17enne di nazionalità francese, travolta mentre sciava fuori pista a Verbier (VS); la seconda è un 41enne, investito mentre praticava sciescursionismo nei pressi di Egg.

La ragazza è stata travolta ieri verso mezzogiorno dopo aver imboccato, insieme ad altre quattro persone, un itinerario fuori pista malgrado questo fosse chiuso per motivi di sicurezza. Il gruppetto - nessuno equipaggiato con l'apparecchio di ricerca in valanga (Arva) - aveva da poco lasciato i Lacs des Vaux, in direzione del Col des Mines, quando è stato investito da una massa di neve di circa 50 metri di larghezza e 100 metri di lunghezza.

Al contrario dei suoi compagni, la 17enne non è riuscita a liberarsi da sola dal cumulo di neve, indica la polizia cantonale in un comunicato. La giovane era stata ritrovata dai soccorritori con l'aiuto di cani e ricoverata all'ospedale di Sion, dove è morta durante la notte.

La vittima di Egg stava effettuando una escursione con gli sci accompagnato dalla moglie quando è stato travolto da una valanga da lui stesso provocata. La sua compagna ha potuto localizzarlo grazie all'Arva. Gravemente ferito, l'uomo è stato elitrasportato all'ospedale dove è deceduto durante la notte, indica la polizia sangallese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS