Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Chiusura pressoché completa dello spazio aereo del nord Europa a causa della gigantesca nuvola di cenere causata dall'eruzione vulcanica in Islanda.
Lo spazio aereo britannico già è chiuso almeno fino alle 6 di domani mattina, così come non è disponibile quello danese. Sono off limits dal pomeriggio pure i cieli della Svezia. Anche lo spazio aereo irlandese, tranne quello oceanico, è previsto venga chiuso nel pomeriggio. Gli aeroporti olandesi ai Amsterdam e Rotterdam diventeranno progressivamente indisponibili entro questa sera. Infine lo spazio aereo sopra Bruxelles è chiuso dalle 16.30.
A causa dell'eruzione vulcanica in Islanda aumentano anche le difficoltà per il traffico aereo in Germania. L'aeroporto di Duesseldorf è stato costretto a cancellare decine di voli, mentre è aumentato il numero di quelli cancellati a Francoforte. La Lufthansa ha soppresso numerosi collegamenti, sia con la Gran Bretagna, sia con i paesi scandinavi.
Intanto le autorità islandesi hanno raccomandato alla popolazione di indossare maschere anti-gas, visto il rischio che la nube di cenere prodotta dall'eruzione nel sud dell'isola possa essere tossica. La Protezione civile islandese ha comunque invitato la cittadinanza a non uscire di casa se non strettamente necessario. La raccomandazione è stata estesa a tutto il Paese, e non solo alle aree prossime al vulcano, non essendo possibile prevedere con esattezza come cambieranno i venti.

SDA-ATS