Navigation

Vw: parte in Germania processo collettivo su dieselgate

Volkswagen: parte in Germania processo collettivo su dieselgate (foto simbolica) KEYSTONE/AP/RICK RYCROFT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 settembre 2019 - 11:13
(Keystone-ATS)

Si apre oggi in Germania un processo-pilota in cui circa 470 mila clienti di Volkswagen, utilizzando un nuovo strumento giuridico tedesco, chiedono a un tribunale di stabilire se sono stati danneggiati dallo scandalo delle emissioni inquinanti.

Lo riferiscono media tedeschi tra cui l'agenzia Dpa.

Il processo si apre a Braunschweig, competente per la sede del gruppo automobilistico tedesco, e a rappresentare i ricorrenti è la federazione delle associazioni di consumatori (Vzbv) tedesca.

Il nuovo istituto giuridico non prevede l'assegnazione diretta di indennizzi, che poi dovrebbero invece essere chiesti in singole cause civili. Si prevede una lunga battaglia legale fino alla Corte di cassazione federale.

Volkswagen si difende sostenendo che i veicoli pur coinvolti nello scandalo dei test manipolati per farli apparire meno inquinanti sono ben utilizzabili e sicuri. I consumatori fanno leva sulla perdita di valore dell'usato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.