Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Volkswagen chiude il terzo trimestre dell'anno (poco prima dello scandalo Dieselgate) con una perdita netta di 1,67 miliardi di euro (a fronte dell'utile di 2,97 miliardi un anno fa) ed una perdita operativa EBIT di 3,48 miliardi (contro un utile di 3,23 miliardi).

il primo rosso di bilancio da almeno 15 anni, ha comunicato il gruppo automobilistico tedesco.

I ricavi si sono attestati a 51,5 miliardi (+5,3%), sopra le attese, ma a causa del Dieselgate e dei costi ad esso legati la società si attende un utile operativo 2015 chiaramente sotto i livelli del 2014.

Il motivo della perdita nel terzo trimestre è, secondo quanto affermato da Volkswagen, da addebitare principalmente ai 6,7 miliardi di euro accantonati per affrontare le conseguenze operative dello scandalo dei motori diesel.

Sul piano delle vendite non sono ancora giunti segnali di contrazione giacché i dati riguardano il terzo trimestre, da luglio a settembre, e lo scandalo è emerso proprio nel corso dell'ultimo mese.

L'amministratore delegato Matthias Müller ha spiegato che ora "si sta chiarendo l'impatto iniziale della situazione attuale" e che "faremo tutto il possibile per riconquistare la fiducia perduta".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS