Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dübendorf, cittadina di circa 24'000 abitanti situata pochi chilometri a nord-est di Zurigo, è contraria alla decisione di aprire il proprio aerodromo militare ai voli civili durante il Forum economico mondiale (WEF) di Davos. In un comunicato odierno, il municipio afferma di volersi opporre a "un'introduzione strisciante della destinazione ad uso aviatorio civile" del proprio scalo, che presto sarà in gran parte abbandonato dall'esercito.

In ottobre i comuni vicini all'aerodromo militare di Dübendorf hanno già denunciato all'autorità di sorveglianza il Consiglio federale, che all'inizio di settembre aveva riferito di voler cedere gran parte del terreno (230 ettari) all'aviazione civile e di consentire al Cantone di Zurigo di allestirvi un parco delle innovazioni.

Come in settembre, ieri la Confederazione ha di nuovo preso una decisione di rilevante impatto per la popolazione locale senza coinvolgere i comuni interessati, sottolinea la nota del municipio di Dübendorf. Il Dipartimento federale della difesa (DDPS) ha fatto sapere che per la prima volta le personalità importanti del WEF quest'anno atterreranno a Dübendorf e saranno trasportate a Davos in elicottero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS