Tutte le notizie in breve

Tra severe misure di sicurezza

KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER

(sda-ats)

Prende avvio oggi la 47esima edizione del Forum economico di Davos: il discorso inaugurale sarà pronunciato dal presidente cinese Xi Jinping, dopo alcune parole di benvenuto della presidente della Confederazione Doris Leuthard.

L'edizione 2017, malgrado l'assenza di numerosi leader mondiali, è contraddistinta da una partecipazione record di circa 3000 persone provenienti da 70 paesi, di cui un terzo in arrivo da nazioni non europee o nordamericane. Sono attese oltre 300 personalità pubbliche di alto rango e 40 dirigenti di organismi internazionali.

Il presidente Xi Jinping, in Svizzera da domenica per una visita ufficiale, sarà accompagnato da una folta delegazione economica e sono previsti intensi contatti tra la parte cinese, rappresentanti della futura amministrazione americana ed esponenti della Commissione europea.

Saranno assenti capi di stato e di governo come Angela Merkel, François Hollande e il giapponese Shinzo Abe, mentre parteciperanno ai colloqui la direttrice del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale del commercio Roberto Azevedo e il presidente della Banca mondiale Jim Yong Kim. Presenti pure la premier britannica Theresa May, il presidente sudafricano Jacob Zuma e il nuovo presidente generale dell'ONU Antonio Guterres.

Come ogni anno l'appuntamento di Davos rappresenta per la Svizzera un'occasione per allacciare ed approfondire le relazioni internazionali. Al Forum prenderanno parte sei consiglieri federali su sette: tutti, tranne la "ministra" della giustizia Simonetta Sommaruga.

I partecipanti tenteranno di seguire l'appello lanciato dal fondatore del Forum Klaus Schwab, che negli scorsi giorni, illustrando il programma del WEF, ha invitato i leader mondiali ad agire con responsabilità e ad ascoltare maggiormente le popolazioni dei loro paesi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve