Navigation

Wikileaks: Lula, scenderò in piazza per difendere sito

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 dicembre 2010 - 20:47
(Keystone-ATS)

BRASILIA - Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva ha assicurato oggi che, a partire dal primo gennaio prossimo, quando non sarà più capo di Stato, non si rinchiuderà in una sfera di cristallo, ma parteciperà a manifestazioni di protesta, anche in difesa del sito Wikileaks.
Lo ha sostenuto, riferisce Folha.com, nell'evento in cui sono stati consegnati riconoscimenti per la Giornata internazionale dei diritti umani 2010. "Vi posso assicurare che ci ritroveremo in qualche corteo, in qualche assemblea ed in qualche manifestazione di protesta, anche se non contro Dilma", ha specificato Lula ai giornalisti in riferimento alla sua pupilla Dilma Rousseff, che prenderà il suo posto tra 19 giorni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?